Codice Etico

  1. Introduzione
  2. Il Consorzio GreenKar fonda il proprio modello di organizzazione e gestione sul Codice Etico, documento che definisce l’insieme dei principi etici e delle regole comportamentali, a cui il Consorzio intende conformare il proprio operato. Il Consorzio, riconoscendo infatti in ogni comportamento ‘non etico’ una minaccia alla missione consortile e alla salvaguardia degli interessi dei propri associati, adotta il presente Codice Etico quale strumento primario e di riferimento comportamentale per tutte le parti che concorrono all’operato del Consorzio. Attraverso l’osservanza del codice etico, approvato dal Consiglio Direttivo e a cui il consiglio Direttivo vincola i comportamenti degli amministratori, di tutti i dipendenti, dei collaboratori interni ed esterni, delle parti contrattuali etc, il Consorzio GreenKar è in grado di garantire un elevato livello di professionalità e affidabilità, soddisfacendo pienamente le aspettative e gli interessi delle aziende consorziate.

  3. I Destinatari del Codice Etico
  4. Per Destinatari del Codice, di seguito indicati con il termine “Destinatari”, si intendono tutti coloro che, dipendenti o collaboratori, instaurino con il Consorzio rapporti o relazioni, diretti o indiretti, su base permanente o temporanea o comunque operino o cooperino per le finalità consortili. Tutti i Destinatari sono tenuti a conoscere e riconoscere il Codice Etico, conformando ogni operazione, comportamento, relazione interna o esterna, ai principi e dettami del Codice. Ciascun Destinatario è responsabile dell’applicazione dei principi del codice e della correttezza del proprio operato.

  5. Generalità
  6. Il Consorzio si impegna alla divulgazione del presente Codice Etico e alla costante sensibilizzazione dei dipendenti e collaboratori circa i suoi contenuti e obiettivi. Il Codice sarà portato a conoscenza di terzi che ricevano incarichi dal Consorzio o che abbiano con esso rapporti stabili o temporanei. L’osservanza dei principi e delle regole di questo Codice e l’applicazione operativa nell’ambito delle responsabilità assegnate, sono parte essenziale ed integrante delle obbligazioni contrattuali di ciascun Destinatario. Il Consorzio inoltre è impegnato a:

    1. Informare tutti i Destinatari sulle disposizioni e sull’applicazione di questo Codice, raccomandandone l’osservanza
    2. Assicurare la tempestiva divulgazione del Codice, rendendolo disponibile anche a soggetti terzi rispetto al Consorzio, nelle forme e con gli strumenti che riterrà idonei
    3. Assicurare il periodico aggiornamento di questo Codice al fine di adeguarlo all’evoluzione della sensibilità civile, delle condizioni ambientali e delle normative
    4. Verificare costantemente il rispetto e l’osservanza di questo Codice. A tale scopo, il Consorzio adotterà adeguate procedure per la segnalazione, l’investigazione ed il trattamento di eventuali violazioni.

  7. I Principi del Codice Etico
    1. Principi Generali
    2. Il Consorzio ispira la propria attività ai principi di lealtà, integrità, trasparenza e imparzialità, contenuti nel presente Codice e si dichiara libero di non intraprendere o proseguire alcun rapporto con chiunque dimostri di non condividerne il contenuto e lo spirito e ne violi i principi e le regole di condotta. Il Consorzio e tutti coloro che, a diverso titolo e funzione operano a nome e per conto del Consorzio, sono chiamati ad agire sempre con diligenza e professionalità, e a conformare la propria condotta ai principi di onestà, correttezza e legalità. Nello specifico:

      1. I rapporti e le relazioni con l’esterno, con altri Destinatari e con i rispettivi collaboratori devono essere improntati alla massima lealtà, che consiste nella fedeltà alla parola data, alle promesse ed ai patti e nell’agire con senso di responsabilità
      2. Il Destinatario si impegna ad agire in modo corretto e trasparente, evitando informazioni ingannevoli e comportamenti tali da trarre indebito vantaggio da altrui posizioni di debolezza o di non conoscenza

      Gli Organi del Consorzio, i loro membri ed i suoi dipendenti sono tenuti al rispetto del presente Codice Etico.

    3. Principio di Legalità
    4. Il Consorzio ha come principio imprescindibile il rispetto di leggi e regolamenti vigenti in tutti i Paesi in cui esso opera. In questo contesto:

      • Il Consorzio esige dai propri amministratori, dirigenti e dipendenti in genere e da chiunque svolga, a qualsiasi titolo, funzioni di rappresentanza, anche di fatto, il rispetto della legislazione e di tutte le norme vigenti, nonché dei principi e delle procedure a tale scopo preordinate. Il Consorzio s’impegna ad adottare le misure utili ed opportune, affinché il vincolo del rispetto della legislazione e di tutte le norme vigenti, nonché dei principi e delle procedure, a tale scopo preordinate, sia fatto proprio e praticato da amministratori, dirigenti e dipendenti nonché, da soci, consulenti, fornitori, clienti e da ogni soggetto con cui intrattenga rapporti

      Ispirandosi al principio della legalità, tutti i soggetti facenti parte del Consorzio, dovranno astenersi dal compiere azioni scorrette o fraudolente in danno al Consorzio e dei Consorziati.

    5. Principi dell’Organizzazione del Consorzio
    6. Ogni servizio, operazione e/o transazione, intesa nel senso più ampio del termine deve essere legittima, autorizzata, coerente, congrua, documentata, registrata ed in ogni tempo verificabile. I dipendenti ed i soggetti che effettuano qualsiasi acquisto di beni e/o servizi, incluse anche le consulenze esterne, per conto del Consorzio, devono agire nel rispetto dei principi di correttezza, economicità, qualità e liceità ed operare con la diligenza del buon padre di famiglia. Il Consorzio valuta il personale da assumere in base alla corrispondenza dei profili professionali dei candidati e delle loro specifiche competenze rispetto a quanto richiesto ed alle necessità aziendali, evitando ogni discriminazione basata sull’età, sull’origine razziale ed etnica, la nazionalità, il sesso, la sessualità e lo stato di salute. Allo stesso modo, nel compimento di ogni attività, ogni Destinatario dovrà ispirarsi al medesimo principio di ‘non discriminazione’ garantendo uguali opportunità e tenendo in considerazione opinioni e convinzioni anche differenti dal suo sistema di valori, ma comunque rispettose delle Leggi della Repubblica Italiana della Comunità Europea, ovvero del Paese in cui si trova ad operare. Nello svolgimento della propria attività professionale, il Consorzio e tutti i Destinatari fondano il proprio operato sui principi di eccellenza, dignità, riservatezza e sicurezza.

      1. Eccellenza – Il Destinatario si impegna a dare il meglio delle proprie competenze professionali. Si impegna altresì, nella formazione costante in modo da raggiungere l’eccellenza in tutti gli aspetti della professione
      2. Dignità – Il Destinatario assume le responsabilità richieste dalla mansione assegnata e deve accettare la piena e consapevole responsabilità del proprio operato, valutandone obiettivamente i risultati, e ove necessario, ammettendone limiti o imprecisioni ponendovi immediato rimedio
      3. Riservatezza e Protezione dei Dati – Il Consorzio garantisce la sicurezza e protezione delle informazioni relative ai dipendenti, ai collaboratori e a tutti i Destinatari, acquisite e conservate internamente, e promuove l’introduzione di ogni strumento utile per evitare la divulgazione, perdita o uso improprio di tali informazioni; Nel rispetto della normativa vigente in materia di privacy e del trattamento dei dati personali, la divulgazione di informazioni apprese, durante l’erogazione del servizio, sarà consentita solo previo consenso scritto dell’interessato, il quale sarà informato e reso edotto mediante apposita informativa. Il Destinatario si impegna a trattare come riservata ogni informazione, in relazione alla prestazione dell’attività professionale. Il Destinatario si impegna a usare la massima cautela e cura nell’utilizzo di informazioni non di pubblico dominio, ottenute anche in via incidentale, durante lo svolgimento delle proprie mansioni e, pertanto, a non divulgarle se non nei limiti dell’uso di tali informazioni per lo svolgimento dell’attività
      4. Rispetto dell’Ambiente – Di fondamentale importanza per il Consorzio è la salvaguardia dell’ambiente e, a questo scopo, è mantenuto attivo e vigile un sistema di gestione ambientale, in linea con gli attuali standard qualitativi in materia di ambiente. Il Consorzio è impegnato ad adottare tecnologie e metodologie che mirino alla tutela dell’ambiente, incoraggiando i propri collaboratori e Destinatari a valutare e ridurre gli impatti negativi delle proprie attività sull’ambiente
      5. Conflitto di Interessi – Il Consorzio intende evitare qualsiasi situazione di conflitto di interesse, di conseguenza è vietato:

        • Ricoprire incarichi professionali per conto di altre aziende senza autorizzazione del Consiglio Direttivo del Consorzio

        • Svolgere attività personali durante il proprio orario di lavoro

        Tutti i Destinatari devono assicurare che ogni decisione sia presa nell’interesse del Consorzio. Essi quindi devono evitare qualsiasi situazione di conflitto di interesse tra attività economiche personali o familiari e mansioni ricoperte nel Consorzio, che possa intaccare la loro indipendenza di giudizio e di scelta. Qualora il Destinatario si trovi in una situazione che, anche potenzialmente, possa costituire o determinare un conflitto d’interessi, dovrà segnalarla tempestivamente al Presidente al fine di verificarne la sussistenza e valutare l’eventuale intervento.

        Uso Diretto dei Beni Consortili:

        Ogni Destinatario è responsabile della protezione delle risorse consortili affidategli e ha il dovere di informare tempestivamente il Consorzio in merito ad eventuali minacce o eventi dannosi. E’ vietato utilizzare i beni aziendali per interessi propri

        Comunicazioni Esterne:

        La Comunicazione verso terzi riveste un ruolo fondamentale per il regolare funzionamento del Consorzio e per la sua immagine; per aumentare la propria reputazione ed acquisire maggiore e migliore visibilità; Il Consorzio è consapevole che una buona comunicazione sia l’asse portante di qualsiasi buona attività, nel rispetto dei principi di questo Codice. A questo proposito il rappresentante del Consorzio per le comunicazioni/relazioni esterne è il Presidente, il quale può delegare di volta in volta un membro del Consiglio Direttivo per specifiche situazioni di malcontento

    7. Principi di Corretta Amministrazione
    8. Il Consorzio è consapevole dell’importanza della trasparenza, accuratezza e completezza delle informazioni contabili. Esso si adopera per disporre di un sistema amministrativo affidabile nel rappresentare correttamente i fatti di gestione e nel fornire gli strumenti per identificare, prevenire e gestire, nei limiti del possibile, rischi di natura finanziaria e operativa, nonché frodi a danno del Consorzio o di terzi.

      Le rilevazioni contabili ed i documenti che da essa derivano devono essere basati su informazioni precise, esaurienti e verificabili, devono, inoltre, riflettere la natura dell’operazione cui fanno riferimento nel rispetto dei vincoli esterni (norme di legge e principi contabili), nonché delle politiche, dei piani, dei regolamenti e delle procedure interne; Inoltre, devono essere corredati della relativa documentazione di supporto necessaria a consentire analisi e verifiche obiettive.

      Tutti i Destinatari sono tenuti ad operare affinché i fatti di gestione siano rappresentati correttamente e tempestivamente. Il Consorzio condanna qualsiasi comportamento, da chiunque posto in essere, volto ad alterare la correttezza e la veridicità dei dati e delle informazioni contenute nei bilanci, nelle relazioni o nelle altre comunicazioni sociali previste per legge dirette ai soci e al pubblico.

      Il Consorzio esige che gli Amministratori, i Responsabili di funzione ed i dipendenti, tengano una condotta corretta e trasparente nello svolgimento della loro funzione, soprattutto in relazione a qualsiasi richiesta avanzata da parte dei soci e degli organi del Consorzio. È fatto divieto agli Amministratori del Consorzio di porre in essere qualsiasi comportamento volto a cagionare una lesione all’integrità del patrimonio sociale.

    9. Principi di Responsabilità Sociale
    10. Il Consorzio mantiene un costante dialogo con i propri Consorziati, in modo che ognuno di loro possa ricevere le medesime informazioni al fine di assumere ponderate scelte partecipative. Il Consorzio tutela e fa prevalere il proprio interesse e quello dei Consorziati, nel loro complesso, rispetto all’interesse particolare di singoli o gruppi di essi. Il Consorzio si impegna pertanto ad informare i Consorziati di ogni azione o decisione che possa avere effetti rilevanti nei riguardi della loro partecipazione. In particolare, il Consorzio si impegna a:

      1. Mantenere un sistema di gestione conforme a quanto previsto dalle disposizioni vigenti e dalle pratiche aziendali
      2. Assicurare ai Consorziati la disponibilità, con ragionevole anticipo e per via telematica, dei documenti eventualmente predisposti per l’Assemblea
      3. Assicurare la regolare partecipazione di Dirigenti e Amministratori ai lavori assembleari
      4. Garantire il funzionale svolgimento delle assemblee, nel rispetto del diritto di ciascun Consorziato di richiedere chiarimenti sui diversi argomenti in discussione e di esprimere la propria opinione
      5. Informare i partner circa la partecipazione a fiere/eventi/pubblicazioni

      Il Consorzio si impegna a:

      • Garantire un luogo di lavoro sicuro e salubre

      • Rispettare il diritto dei lavoratori di aderire ai sindacati

      • Non effettuare alcun tipo di discriminazione

      • Non utilizzare né sostenere pratiche disciplinari quali punizioni corporali, coercizione fisica e mentale, abusi verbali

      • Rispettare l’orario di lavoro previsto dalla legge e dagli accordi nazionali e locali

      • Retribuire i dipendenti rispettando il contratto collettivo nazionale di lavoro e quello integrativo aziendale

      • Rispettare la privacy di dipendenti e collaboratori, mediante l’adozione di modalità di trattamento e conservazione dei dati personali e sensibili che rispettino la legislazione vigente e diano garanzie di efficacia

      La salvaguardia dell’ambiente è uno dei principi tenuti in maggiore considerazione da parte del Consorzio il quale, a questo scopo, mantiene attivo e vigile un sistema di gestione ambientale in linea con gli attuali standard qualitativi in materia di ambiente. Il Consorzio è impegnato ad adottare tecnologie e metodologie che mirino alla tutela dell’ambiente, incoraggiando i propri collaboratori e Destinatari a valutare e ridurre gli impatti negativi delle proprie attività sull’ambiente; Il Consorzio si impegna al soddisfacimento delle legittime aspettative di tutti i suoi Consorziati, con i quali intende promuovere un dialogo finalizzato alla miglior comprensione delle loro esigenze.

    11. Principi di Contrasto della Criminalità
    12. Il Consorzio condanna qualsiasi attività che implichi:

      – Falsificazione, contraffazione, alterazione e/o spendita di monete, carte di pubblico credito, valori di bollo e strumenti o segni di riconoscimento

      – Autoriciclaggio o il riciclaggio (cioè l’accettazione o il trattamento) di introiti da attività criminali in qualsiasi forma o modo. A tal fine è fatto obbligo ai suoi Amministratori, dipendenti e collaboratori di rispettare ed applicare la legislazione italiana e comunitaria in materia, con invito a segnalare all’Autorità competente ogni situazione che possa essere riconducibile a reati di questa natura

  8. Le Reazioni alle Violazioni del Codice Etico
  9. La violazione delle norme del presente Codice lede il rapporto di fiducia instaurato con il Consorzio e oltre ad essere valutata nell’ambito dell’inadempimento alle obbligazioni contrattuali, proprie del rapporto in essere, può portare ad azioni disciplinari, legali e penali. La violazione di principi del Codice Etico sarà valutata dal Consiglio Direttivo, che potrà assumere i provvedimenti previsti dal Regolamento interno e/o dallo Statuto Sociale.

    Quando un Destinatario viene a conoscenza di situazioni che effettivamente o potenzialmente possono rappresentare una violazione di questo Codice, deve darne immediata segnalazione scritta al Presidente. Il ricevente accuserà ricevuta esclusivamente al Destinatario, in forma scritta, e provvederà a protocollare l’evento in un apposito registro, accessibile solo ai componenti del Consiglio Direttivo. In nessun caso verrà considerata valida una segnalazione anonima, né una segnalazione verbale se non seguita in forma scritta, che pertanto verranno ignorate.

    Il Presidente o chiunque venisse a conoscenza di una segnalazione di presunta violazione si impegna ad assicurare la riservatezza sull’identità di chi ha effettuato tale segnalazione, a fronte di sua semplice richiesta e fatti salvi gli obblighi di legge.

  10. Le Modalità di Approvazione del Codice Etico e Revisione.
  11. Il presente Codice Etico viene approvato dal Consiglio Direttivo del Consorzio GreenKar in prima seduta. A partire dalle successive revisioni, per consentire un flessibile adeguamento a nuove esigenze derivanti da modiche legislative allo stesso DLgs 231/2001, l’iter di modifica e approvazione del Codice Etico del Consorzio è il seguente:

    • L’Organismo di Vigilanza riesamina periodicamente il Codice Etico, con particolare riferimento alle esigenze derivanti da intervenute modifiche legislative, e propone le eventuali modifiche e integrazioni allo stesso

    • Il Consiglio Direttivo esamina le proposte dell’Organismo di Vigilanza e, nel caso concordi con le stesse, approva il Codice Etico come modificato, che pertanto diviene immediatamente operativo sia per il Consorzio che per i Soci, con riferimento alle situazioni e circostanze in cui questi operano in qualità di associati del Consorzio

    • Il Consiglio direttivo provvede a dare informazione a tutti i soggetti coinvolti delle modifiche apportate al Codice Etico, nella prima riunione successiva alla data delle stesse modifiche

    • il Consiglio direttivo dà pubblicità interna (dirigenti, dipendenti e collaboratori) ed esterna (soci cooperatori) al Codice Etico nella versione approvata, con le modalità previste dal più complessivo sistema gestionale consortile

    • Redazione e successivi aggiornamenti di questo Codice competono al Consiglio Direttivo. Tale organo consortile approverà qualsiasi revisione a maggioranza, con voto palese. Dopo l’approvazione, ogni variazione e/o integrazione si intenderà efficace e ne verrà data tempestiva diffusione secondo quanto indicato ai commi a) e b) del presente articolo

    • Ai fini di questo Codice e, salvo non diversamente espresso, qualsiasi corrispondenza indicata con la definizione “in forma scritta” comprende anche i sistemi di comunicazione telematica quali la posta elettronica, la posta elettronica certificata (PEC), il fax e il modulo elettronico eventualmente presente sul sito del Consorzio in area riservata. È fatto salvo il diritto del ricevente di chiedere ed ottenere copia su diverso supporto, senza che dal fatto derivi l’interruzione del termine